Crea sito

Spinti nel deserto

Lo Spirito sospinse Gesù nel deserto e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana…Spinti nel deserto…

Spinti nel deserto

Marco 1,12-15

Spinti nel deserto. 12 E subito lo Spirito lo sospinse nel deserto 13 e nel deserto rimase quaranta giorni, tentato da Satana. Stava con le bestie selvatiche e gli angeli lo servivano. 14 Dopo che Giovanni fu arrestato, Gesù andò nella Galilea, proclamando il vangelo di Dio, 15 e diceva: “Il tempo è compiuto e il regno di Dio è vicino; convertitevi e credete nel Vangelo”.

SPINTI NEL DESERTO
Marco ci descrive l’episodio delle tentazioni di Gesù in modo telegrafico. Non scende nei particolari, né elenca le tentazioni, ma ci dice una cosa essenziale: è lo Spirito a spingere Gesù nel deserto, in un luogo certamente non privo di pericoli.
Lo Spirito, perciò, non evita a Gesù le difficoltà, ma, al contrario gliele mette difronte affinché egli possa affrontarle, da solo.
È curioso. Noi immaginiamo – e preghiamo – uno Spirito che ci cavi fuori dai problemi, che ci eviti le prove della vita, invece Dio che fa? Ci tira fuori dalle nostre sicurezze e dai nostri appoggi e anziché toglierci dai problemi, ci spinge dentro!
E’ così che si cresce, sia nella vita che nella fede. Dio ci mette continuamente in discussione perché sa che nella vita ci ritroveremo, come Gesù, ad affrontare da soli le difficoltà e le tentazioni.
Il deserto, allora, diventa l’occasione per scoprire di che pasta siamo fatti, per farci crescere interiormente, a partire dalle scelte che saremo in grado di fare. Non possiamo evitare le difficoltà nella vita, ma possiamo evitare che queste prendano il sopravvento su di noi.
Siamo quello che scegliamo di essere. Ma dobbiamo sceglierlo, perché la tentazione più grande, è scegliere di non scegliere!

“Signore, i tuoi angeli mi sostengano e la tua grazia mi sia forza e luce, anche quando il deserto è duro ma necessario.”

Buona Prima Domenica di Quaresima!
le sorelle clarisse

error: Il contenuto è protetto!!!