Mi vuoi bene

Gesù disse a Simon Pietro: «Simone, figlio di Giovanni, mi ami più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti voglio bene». Gli disse: «Pasci i miei agnelli».

mi vuoi bene

Mi vuoi bene? Quand’ebbero mangiato, Gesù disse a Simon Pietro: «Simone di Giovanni, mi ami tu più di costoro?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gli disse: «Pasci i miei agnelli». Gli disse di nuovo: «Simone di Giovanni, mi ami?». Gli rispose: «Certo, Signore, tu lo sai che ti amo». Gli disse: «Pasci le mie pecorelle». Gli disse per la terza volta: «Simone di Giovanni, mi ami?». Pietro rimase addolorato che per la terza volta gli dicesse: Mi ami?, e gli disse: «Signore, tu sai tutto; tu sai che ti amo». Gli rispose Gesù: «Pasci le mie pecorelle. In verità, in verità ti dico: quando eri più giovane ti cingevi la veste da solo, e andavi dove volevi; ma quando sarai vecchio tenderai le tue mani, e un altro ti cingerà la veste e ti porterà dove tu non vuoi». Questo gli disse per indicare con quale morte egli avrebbe glorificato Dio. E detto questo aggiunse: «Seguimi».

MI VUOI BENE? Amare è difficile, ma più difficile è accettare di essere amati quando noi, per primi, stentiamo ad amarci. Pietro è l’apostolo dell’entusiasmo, dell’iniziativa. È tutto cuore. Quando però ha capito che il suo cuore poteva sbandare e poteva tradire, ha perso la fiducia in sé, ha smarrito la propria fierezza ed ha come “congelato” il sano amore a se stesso. Pietro è come tanti di noi, che iniziamo la sequela con le migliori delle intenzioni, poi ci frantumiamo contro i muri dei nostri limiti e dei nostri no. Se siamo Pietro nelle cadute, dobbiamo però essere Pietro anche in questo momento “ricreativo”. Se siamo Pietro che non si ama, dobbiamo anche essere il Pietro che si sorprende ad essere amato e guardato dall’amore stesso. Il cristianesimo inizia qui. Se il Primo Comandamento è amare, il Fondamento è la verità intramontabile di essere amati. Amati dal Padre, nella carne del Figlio e nel dono dello Spirito.

“Tu Signore sai tutto, tu sai che ti voglio bene!”

Buona giornata!
Le Sorelle Clarisse (in parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!!!