Crea sito

Il Signor Abruzzo, viene intervistato…

Il Signor Abruzzo

Il Signor Abruzzo. Benvenuti a tutti. Sono contento che tutti quanti, vi troviate in questo momento, davanti a questa diretta. Sono felice sia per me che per voi, perchè è una diretta importante, in quanto, mentre parlo con voi, mi dirigo verso il punto d’incontro molto importante. Prima di tutto, voglio presentarmi di nuovo, specialmente per tutti coloro che sono stati aggiunti su questa diretta, tramite amici ed amici di amici e per quello che vedo siamo già in tanti. Io mi chiamo News e sono un giornalista, responsabile di alcune riviste online molto importanti. Questa diretta è stata richiesta da uno di questi giornali online, così da capire meglio alcune problematiche molto importanti. Mentre continuo a parlare con voi, in questa mitica diretta, sono arrivato sul posto d’incontro con il Sig. Abruzzo, una persona molto in gamba, con un vestito verde, con cravatta bianca, con raffigurazioni di alcuni animali importanti del posto e con scarpe marroni. Come vedete, mi giro intorno e non lo vedo, allora in diretta lo chiamo subito. Faccio il numero, aspetto e sento che qualcuno risponde: Pronto? Rispondo: Pronto, è il Sig. Abruzzo? Risponde: Si sono io, chi è lei? Rispondo: Sono News il giornalista. Si ricorda dell’intervista? Risponde: certo che mi ricordo. Ma non può rompermi le scatole adesso, che a fianco a me ho una Bella Addormentata, capito? Rispondo: Mi scusi allora, faccia con comodo, non si preoccupi. Posso aspettare quì. Come avete capito, devo, anzi dobbiamo aspettare per l’intervista ed intanto, vi faccio vedere il posto in cui mi trovo, cosa ne pensate? Avete visto che posto stupendo? Guardate che panorama. Vi dico subito che quì si respira un aria pulita e come potete vedere, da questa fontana esce dell’acqua pura sicuramente e questa credetemi sarà la migliore, in quanto, visto il posto dove sono, l’acqua arriverà sicuramente dalle vicine montagne, da altezze molto alte. Scusate, sono chiamato dal Sig. Abruzzo, che mi fa segno di andare da lui. Arrivo e saluto: Di nuovo buongiorno Sig. Abruzzo e mi scuso per l’orario, non mi ero reso conto che era ancora presto. Spero solo di non aver svegliato la Bella Addormentata! Risponde: Non si preoccupi, Lei dorme ancora… ha svegliato solo me. Speriamo per lei, che ne valga la pena. Rispondo: Questo dipende solo da lei. Allora, dove vogliamo metterci per l’intervista? Risponde: Guardi mettiamoci in giardino, sotto un ombrellone della piscina, così da cercare di stare al fresco ok? Rispondo: va benissimo grazie e ci avviamo verso la piscina. Arriviamo, ci mettiamo a nostro agio e ci prepariamo per l’intervista. Ma prima, un suo cameriere, ci porta una bevanda fresca, così da riprenderci un po’, visto il caldo che in quel momento era presente e in quel luogo il caldo si fa sentire ancora di più. Francamente, vedere quella bellissima piscina davanti a te e non poterla usare perchè dovevi fare qualcosa di diverso, è stato veramente un bel peccato. Diciamo che la stessa piscina ci stava chiamando e potevo solo immaginare a quello che ci stava dicendo: Ma che siete folli, io sono quì e nessuno mi pensa? Comunque, questi erano i pensieri miei, mentre stavo facendo la diretta, ma subito mi riprendo e dico: Ok Sig. Abruzzo, se è pronto, possiamo iniziare. Risponde: nessun problema, iniziamo. Allora Sig. Abruzzo, come vede è tutto indiretta, in quanto lei mi aveva detto che non avrebbe avuto nessun problema a rispondere, in questo modo. Risponde: Infatti, faccia le sue domande e non si preoccupi. Rispondo: Ok grazie. Allora iniziamo subito, chiedendole: Come si sente? Si sente bene? E’ soddisfatto della sua “PERSONA”? Si sente contendo della sua vita attuale? Insomma, cosa può raccontarci di bello? Risponde: Iniziamo nel dire, che non è solo una domanda, ma ne sono diverse. Cercherò di rispondere a tutte le sue domande. Attualmente mi sento molto strano. Ad essere sincero è da tanto tempo che non mi sento al top, in quanto i miei figli non mi trattano molto bene. Rispondo: I suoi figli? E come si chiamano? Risponde: Si chiamano: L’Aquila, Pescara, Chieti e Teramo. E dovete sapere, che ho parecchi nipoti, perchè sono diventato un BIS NONNO e con questo immaginate quanti nipoti ho in giro da queste parti. Purtroppo non sono felice, pur avendo questa famiglia così importante e così grande, in quanto non ci trattano bene. Come me, anche loro non si sentono al massimo, in quanto hanno sempre l’impressione di essere sporchi, perchè si vedono carte gettate a terra, mozziconi di sigarette buttate da tutte le parti, anche vicino agli stessi porta sigarette che sono per strada, bidoni della spazzatura che puzzano in continuazione e per questo siamo tutti scontenti. Nessuno vuole bene sia a me che ai miei figli, senza parlare dei nipoti, che hanno le strade tutte rovinate, con buche enormi e invece di richiuderle, mettono dei separatori per strada e per questo mi dica lei come possiamo sentirci. E ancora: Guardi, ho invitato il Sig. Bosco, così anche lui rilascerà la sua dichiarazione spontanea. Rispondo: Salve Sig. Bosco e benvenuto, a questa nuova diretta. Allora, cosa può dirci Lei: Che le devo dire ancora. Certamente confermo quello che ha detto il mio amico Abruzzo. A me certamente non trattano bene, in quanto, quando si viene a trovarmi, non si lascia mai pulito e non si cerca neanche di stare attento a tutto ciò che ci circonda. Con me, ci sono anche gli amici animali e gli amici vegetazione, che sono anche importanti per la vita del pianeta e che tutti ancora non capiscono la propria importanza che loro hanno verso l’eco sistema. Poi ho molta paura dell’amico fuoco, che purtroppo spesso, non viene usato nel miglior modo possibile, si accende senza nessuna precauzione e questo porta alla mia distruzione di tutto il patrimonio naturale che ho al suo interno… come posso essere felice, se non vengo trattato bene? Come possiamo cercare di aiutare, se chi ci deve sostenere, non gli importa nulla, sia di me e di tutti gli altri esseri viventi che vivono insieme a me? Si continua a non capire che tutto per noi è importante, fino al più piccolo insetto che esiste in natura. Devono cercare di imparare ad usarci, ma in modo giusto e con molta attenzione. Rispondo io: Ho capito bene, Sig. Bosco. In questo momento, sto vedendo che arrivano parecchie domande da coloro che stanno seguendo questa diretta. Cerchèrò di prenderne qualcuna e girarla subito, impossibile farle tutte. Allora vediamo un po’: Luigi le chiede? Lei, si fiderebbe di qualcuno, per la sua salvaguardia? Risponde il Sig. Bosco: Certamente si. Io personalmente, mi fido delle Associazioni Scouts, che lasciano il posto sempre più pulito di come lo abbiano trovato e cercano di realizzare le loro costruzioni, senza fare nessun dato per tutti noi. Cucinano in modo sicuro ed accendono il fuoco con tutte le precauzioni previste. Sicuramente poi, sono dispiaciuto, di non aver visto più forestali, che mi guardavano tutti i giorni e per questo credo, che sono successe e continueranno a succedere, che piano piano ci sarà il rischio, di scomparire nel tempo, se subito non si farà qualcosa di importante. Torno un attimino dal Sig. Abruzzo, dove Monica le chiede: I suoi figli cosa pensano di tutto questo? Risponde: Pensano, come la penso io ovviamente. Nessuno è trattato per bene, partendo anche dall’aria che troviamo dentro i miei figli e per questo non possono lamentarsi di tutte le allergie e problemi respiratori. Senza poi parlare delle costruzioni di case fatte in questi ultimi anni, a danno di macchie verdi, polmoni per i miei figli e con questo, quando piove, l’acqua la troviamo in giro per i miei figli, in quanto non esistono più zone verdi, dove l’acqua potrebbe dragare e poi si lamentano degli allagamenti? Rispondo: Grazie della chiarezza. Risponde: Nessun problema. Adesso se vuole, può intervistare un altro mio amico importante, che si chiama Sig. Mare, eccolo che arriva. Lo aspetto e subito gli chiedo: Salve Sig. Mare e benvenuto su questa diretta. Le volevo chiedere, se è d’accordo con tutte le loro affermazioni, fatte fino ad ora. Risponde il Sign. Mare: prima di tutto un saluto a tutti e sono contento di partecipare a questa vostra diretta, molto importante. Certamente sono d’accordo, con tutto quello che hanno detto e se vuole posso dire anche qualcosa che succede a me. Quando arriva l’estate, la bella stagione calda, tutti vogliono farmi compagnia, rinfrescandosi per non morire dal caldo torrido, ma pochi usano il WC dello stabilimento per fare i loro bisogni, specialmente quelli liquidi. Perché tutto questo? Perché mi capita di vedere del liquido nero, che spesso si espande e nessuno fa niente per evitare che io muoia o comunque non capiscono che il danno non è solo mio, ma anche per tutti gli esseri viventi che vivono con me e che mi aiutano anch’essi a mantenere il giusto equilibro dell’eco sistema? Vi faccio io una domanda in diretta: C’è qualcuno che mi possa rispondere? Attualmente, vedo anche molta plastica, che invade i miei spazi di vita e che uccide anche il mio popolo marino e non solo, perchè molti esseri viventi marini, ingoiano questa plastica, così da portare tutti ad una morte lenta, senza nessuna pietà, perchè?  Ancora una domanda e questa volta è Marzia a chiedere al Sig. Abruzzo: Lei pensa di avere qualche idea per essere salvato da tutto questo scempio? Risponde: Grazie per questa bellissima domanda. Io posso solo dire, di essere molto contento, perchè posso correre per le montagne e nei periodi caldi posso andare anche al mare. Molti altri miei amici, non hanno tutto questo e mi dispiace solo, che nessuno ci aiuta a vivere di questo. Ricordo, che anni fa, sono stato anche descritto come: Regione Verde dei Parchi e con questo è possibile che non riusciamo a vivere di turismo? Tutti noi potremmo vivere di turismo. Io farei stare bene a tutti voi, ma voi non volete stare bene solo con me e questo mi dispiace ancora di più. Rispondo: Ho capito, cosa ci ha voluto dire. Adesso vedo arrivare altri due amici nostri di vecchia data, vero Sig. Abruzzo? Risponde: Proprio così….Vi presento il Sig. Lupo e il Sig. Orso. Benvenuti a voi. Io sono News piacere. Sono un giornalista e stiamo indiretta, per questa intervista, sperando che sia cosa gradita a tutti. Voi allora, che pensate di tutto quello che succede intorno a noi? Risponde il Sig. Orso: Che dire, siamo costretti spesso a scendere giù le vallate, perchè dove siamo noi, non riusciamo più a trovare cibo, sia per noi che per tutti gli altri e questo credo che sia un discorso pressappoco uguale anche del Sig. Lupo giusto? Risponde il Sig. Lupo: certo che si. Vai avanti tu, che stavi spiegando bene i nostri problemi. Continua il Sig. Orso: Volevo solo finire di far sapere, che è capitato anche di finire sotto qualche auto per questo problema ok? Cercate di aiutarci ancora meglio, di come state facendo ok? Noi ci contiamo! Prendo io la parola: Allora Sig. Abruzzo, siamo quasi al termine di questa lunga intervista, vuole aggiungere ancora qualcosa? Risponde: Volevo ricordare, che uno dei miei figli, sta ancora molto male, per colpa di un suo cattivissimo amico, che si chiama Terremoto. e che ancora oggi, non riesce ad uscirne. Fate in modo di fargli superare, nel modo migliore tutti i problemi che ha causato Terremoto, questo in tempi brevi, altrimenti potrebbe portale delle brutte conseguenze per tutti. Poi, se veramente tenete tutti al sottoscritto, ricordatevi di portarmi rispetto, in qualunque parte voi vi troviate… o dai miei figli o nipoti. Tutti sono importanti, sia per me, che per voi. Imparate a vivere in mezzo a noi e ricordatevi sempre di insegnare alle future generazioni tutto ciò che di bello e di buono possono trovare, ogni qualvolta riterranno opportuno di farci visita. Anzi, noi siamo contenti di essere utili a tutti, ma senza il vostro sostegno, la vostra forza, il vostro vigore, non potremmo fare nulla e questo certamente è un peccato per tutti. Adesso vado, ancora non so, se la bella addormentata si sia svegliata o se dorme ancora, continuerò ad aspettare che si svegli, perchè non c’è cosa più bella da ammirare. Ciao a tutti. Prendo la parola e dico: Ok. Ringrazio il Sig. Abruzzo per questa lunga intervista e ringrazio tutti per averci seguito. Ciao ciao e a presto!

Il Signor Abruzzo
Il Signor Abruzzo

… è fattela na risata!

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è marco-ferrara-firma-3.gif

SCRIVIMI SENZA INDUGIO!!!

Pagina Privacy, all'indirizzo: https://www.marcoferrara.blog/privacy-policy/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Il contenuto è protetto!!!