Guardare o desiderare

Avete inteso che fu detto: “Non commetterai adulterio”. Ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore…

Guardare o desiderare

Guardare o desiderare. Avete inteso che fu detto: Non commettere adulterio; ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel suo cuore. Se il tuo occhio destro ti è occasione di scandalo, cavalo e gettalo via da te: conviene che perisca uno dei tuoi membri, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geenna. E se la tua mano destra ti è occasione di scandalo, tagliala e gettala via da te: conviene che perisca uno dei tuoi membri, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geenna. Fu pure detto: Chi ripudia la propria moglie, le dia l’atto di ripudio; ma io vi dico: chiunque ripudia sua moglie, eccetto il caso di concubinato, la espone all’adulterio e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio.

GUARDARE O DESIDERARE? Si mangia prima con gli occhi che con la bocca. Il peccato infatti nasce sempre da una elaborazione mentale, e l’assenso si consuma prima nella mente e poi nel corpo. Ma ci sono emozioni e pensieri che non dipendono dalla nostra volontà: ci capitano. Si affacciano dentro di noi anche senza domandare permesso.
È il grande tema del “sentire” e dell’“acconsentire”. Nessuno di noi può comandare ciò che sente. Noi sentiamo e pensiamo cose anche fuori dalla nostra volontà, ma dobbiamo essere così leali da domandarci se stiamo acconsentendo o meno a ciò che si è affacciato nei nostri pensieri e nelle nostre emozioni. Sentire la tentazione è cosa diversa da acconsentire alla tentazione. Nel primo caso non c’è peccato, nel secondo sì. E noi acconsentiamo a una tentazione quando trasformiamo un pensiero in un desiderio, e un’emozione in un sentimento. Solo una grande vigilanza interiore ci salva. È dentro di noi la prima grande battaglia contro il peccato. Quando arriva fuori di noi forse è già abbastanza tardi.

“Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio”. (Mt 5,8)

Buona giornata!
Le Sorelle Clarisse (in parte)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

error: Il contenuto è protetto!!!