Essere Volontario

E’ molto importante, essere volontario ed aiutare il prossimo in ogni circostanza.

17 SETTEMBRE 2020, 05:47
Essere Volontario. Sono le ore 5,48 di giovedì 17 settembre e senza nessun motivo, mi sono svegliato con questo pensiero: Ma cosa significa essere volontario? Gran bella parola, non è vero? Volontario e colui che presta servizio gratuitamente, in modi diversi. Io sono stato volontario per circa dieci anni, della Croce Rossa Italiana e per circa venti anni, nel Gruppo Scout. Ovviamente si può essere volontario in tanti altre associazioni importanti che operano in Italia in campi diversi, l’importante e fare del bene in forma gratuita, anche se in molti casi poca gente crede che esiste ancora la parola “gratuita”. Nella mia esperienza, ho riscontrato questi problemi, di gente che non credeva che facevamo servizio in C.R.I. senza nessun stipendio, che eravamo solo dei volontari, che avevano messo a disposizione del loro tempo per far del bene… solo del bene… in tanti mi chiedevano: Quanto prendete ed ogni volta dispiegare sempre le stesse cose. Ovviamente adesso, dopo anni, capisco perché molte persone non credono al volontariato, tutto è più chiaro adesso, perché al giorno d’oggi non si fa nulla per nulla, si cerca di fare qualcosa, solo per un suo ritorno e basta… ma grazie al cielo, non siamo tutti uguali e per questo esistono ancora persone che offrono il proprio tempo ad aiutare chi è in difficoltà, come appunto la C.R.I. o come Capo Scout, per aiutare i ragazzi a crescere, come buon cittadino… credetemi, non esiste cosa più bella al mondo, vedere i propri ragazzi o ragazze crescere anno dopo anno e diventare veri “uomini o donne” e diventare a loro volta Capi, così da continuare a far crescere il proprio gruppo, con nuove idee e iniziative importanti. Volontario, una gran bella parola, che tutti dovremmo imparare a memoria, senza nessuna paura. Personalmente ho tanti ricordi da raccontare e credo che qualcuno lo racconterò senza nessun problema, così da far comprendere l’importanza di esserlo stato… purtroppo la vita, spesso ti fa arrivare ad un bivio importante e qui non puoi fare altro che prendere delle decisioni, anche se non volevi fossero quelle, ma purtroppo ti rendi conto, che la vita deve andare avanti in modo diverso… e comunque torniamo al racconto di qualche ricordo…

Ricordo tantissimi fatti, accaduti durante gli anni di volontariato e certamente bellissimo è stato quello che è successo in un primo soccorso in Croce Rossa. In pratica, siamo partiti subito, dopo la chiamata del 118, per prelevare un vecchietto che all’improvviso non si era sentito bene. In pratica, siamo arrivati a casa di questa “anziana coppia” e troviamo i due vecchietti sul letto e mentre l’autista spiegava al figlio, come saremmo intervenuti, noi iniziammo a mettere il vecchietto sulla barella… ma molto in fretta, visto le condizioni non erano molto buone e mentre andavamo via, quello che ci ha colpito è stato che i due, si sono toccati con una mano e si sono guardati in un modo, che non è possibile raccontare e noi abbiamo sempre creduto, che quegli sguardi così profondi, sarebbero stati gli ultimi… ricordo che ha tutti venne la pelle d’oca. Francamente non abbiamo mai saputo, se poi il vecchietto sia tornato a casa… diciamo che questo fatto ci colpì tanto a tutti.
Per quanto riguarda lo scoutismo, essere Capo di una Branca e stato molto interessante. Oltre a vedere crescere i ragazzi, ti rendi conto di metterti in gioco, con tante responsabilità sulle spalle. Oggi, quei ragazzi sono cresciuti ed è bello vederli tutti con la propria vita, con le proprie mogli e figli, insomma, certamente è anche molto interessante, vedere che tutti i genitori di quei ragazzi, ogni volta che mi vedono, mi incontrano per strada, mi salutano ancora, come tanti anni fa… cosa c’è di meglio, non è questa una bella soddisfazione?
Bello essere volontario e bello aiutare il prossimo in ogni circostanza e per questo non esitate ad iscrivervi a gruppi di volontariato e sarete certamente felici di aiutare tutti coloro che si trovano in difficoltà… o meglio, come nel mio caso, cercare di crescere nel miglior modo possibile, i ragazzi che Dio vi affiderà.

Precedente I miti dello sport Successivo Contraddirsi